Ritratti al tramonto

20121103-011620.jpg

Se chiediamo ad un fotografo che ama i panorami qual’è il momento che preferisce della giornata, da punto di vista fotografico, la risposta sarà di certo le ore vicine al tramonto.
La famosa golden hour, quel particolare momento della giornata che precede di circa una mezz’ora il tramonto e si estende per altri trenta minuti dopo che il sole è sceso oltre l’orizzonte, il momento d’oro per la portare a casa memorabili panorami.

E se invece volessimo scattare qualche ritratto!?
Be’, credetemi, vale davvero la pena di sperimentare. I ritratti all’imbrunire possono regalare grandi soddisfazioni.

Ecco perché:

  • la luce è molto più calda e molto più morbida durante le golden hour e il risultato è spesso sorprendente: ombre laterali che aggiungono tridimensionalità ai volti e toni della pelle esaltati dalla luce calda. Durante quelle ore i nostri soggetti non sono mai investiti dalla luce, la luce al crepuscolo li avvolge e aggiunge spesso un tocco di magia ai nostri scatti
  • 20121103-012030.jpg

  • la luce è radente ed enfatizza tutto quello che c’è nell’aria (polline, polvere, ecc), facendogli brillare e rendendoli particolarmente maginci
  • al tramonto possiamo provare a scattare qualche ritratto/silhouette, sfruttando i, sole basso e la luce di taglio
  • 20121103-012819.jpg

  • possiamo sfruttare creativamente i flare, quei bagliori prodotti dalle lenti quando la luce colpisce l’obiettivo direttamente (di solito i flare vengono considerati errori, ma in una luce così magica come quella del tramonto e sfruttati con furbizia, possono trasformare un ritratto banale in un piccolo capolavoro – moderazione, mi raccomando!
  • 20121103-012305.jpg

  • in quella particolare ora del giorno, il cielo diventa protagonista, includiamolo nei ritratti e sfuttiamone i colori e le sfumature
  • scattiamo controluce e sfruttiamo il bagliore che produce il sole che tramonta
  • giochiamo con le ombre, a cavallo del tramonto le ombre si allungano a dismisura (a seconda della stagione)… sfruttiamole e includiamole nei nostri ritratti, chi ha detto che un ritratto deve per forza essere testa/spalle?!
  • Annunci

    2 thoughts on “Ritratti al tramonto

    Add yours

    1. Ciao Walter
      Io per i ritrati uso un obiettivo canon 50 mm f 1.4 che sulla mia reflex 500 APS dovrebbe diventare un 70 mm. Nell’articolo dici di preferire teleobiettivi. In tal caso, non mancherebbe quel contatto fotografo-soggetto? Ho scattato con il mio 50 mm una foto a una bimba di un anno, ben felice di essere fotografata, le ho messo un capello e lei ha abbozzato un sorriso. Eravamo complici. Esperienza molto bella. Con un 80 mm o al di sopra saremo stati troppo lontani. E’ vero, al contrario, che per foto spontanee è necessario stare più lontani. dal soggetto Questo mi mette in crisi e penso di aver comprato l’obiettivo sbagliato. Cosa ne pensi. Grazie. Marianna

      1. Dici bene! Il contatto è fondamentale, ma con un tele riesci ad ottenere un profondità di campo decisamente più ridotta e questo ti permette di isolare il soggetto meglio.
        Il contatto con il tuo soggetto non è soltanto una questione di centimetri, ma piuttosto di… personalità.
        E poi non è che con un tele ti debba andare chissà dove a fotografare.. 🙂

        Non hai comprato nessun obiettivo sbagliato e alla fine scatti con un 80!

        Ho visto e ho scattato bei ritratti usando un 24!!!

        Esci e fotografa e fregatene di troppa teoria… :)))

    Rispondi

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

    Up ↑

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: