In un minuto: attendere l’istante cruciale

L’istante cruciale può trasformare una normalissima fotografia in uno scatto memorabile.

Aspettare è un’arte. Personalmente sono convinto che la fotografia sia più costellata di attese che non di istanti cruciali. Spesso, purtroppo, si tratta addirittura di attese vane, che non saranno mai seguite da nulla di cruciale, ma, per esperienza, posso assicurarvi che non arriverà mai nessun istante cruciale se non sapremo aspettare.

La magia dell’istante cruciale

Henri Cartier-Bresson asseriva che esiste un particolare istante in grado di sintetizzare al meglio la storia che  stiamo per raccontare con il nostro scatto. Non poteva avere più ragione.

Spesso è la culminazione di un gesto. Spesso un’espressione o semplicemente una suggestione, un suggerimento.

Se mi passate un paragone con la letteratura, è quello che Ernest Hemingway battezzava come il momento della verità, soltanto un istante prima o un istante dopo e il nostro scatto, se siamo fortunati, sarà normale.

Attendere l'istante cruciale
© Walter Meregalli – La fiamma – Ho notato un ragazzino avvicinarsi alle candele accese, tenendo in mano una candela spenta. Ho “battezzato” che il mio istante cruciale sarebbe stato il momento quando il ragazzino, che avrei comunque tenuto al di fuori dell’inquadratura, avrebbe finalmente acceso la sua candela.
Ho impostato i parametri, composto e atteso. L’attesa, breve, è stata premiata.

Come cogliere l’istante cruciale

Ci sono scatti magici e quasi sempre devono molto della loro magia alla capacità del fotografo di scegliere il momento giusto: l’istante cruciale.

La prima cosa che dobbiamo fare è capire, con anticipo, quale può essere il nostro momento giusto, ripensando al tipo di scena, ai soggetti inquadrati, alla tecnica che stiamo impiegando, anticiparlo mentalmentefarci trovare pronti.

Dunque, riepilogando:

  1. capire
  2. anticipare mentalmente
  3. farsi trovare pronti

La ricerca dell’istante cruciale non deve però trasformarsi in una forsennata caccia, scandita click inutili e sacrificati all’ansia.

Fatta eccezione per qualche caso sporadico, ogni istante cruciale è figlio di un’attenta attesa, non per forza lunga, anzi, molto spesso di soltanto qualche manciata di istanti, durante i quali, però, dobbiamo dimostrare tutta la nostra capacitò di reazione.

Fanatici della raffica vs. cultori dell’attesa

La tecnologia ha messo a disposizione di tutti la raffica. Certo, scattare sei, otto o tredici mila scatti al secondo ci garantisce un certo margine di successo nel riuscire ad immortale il tanto agognato istante cruciale.

Non è però affidando tutto al numero di scatti per secondo che cresciamo come fotografi.

È invece imparando a decodificare le scene, ad anticipare mentalmente i movimenti dei soggetti e a riconoscerli, per capire quando si materializzerà l’istante cruciale, che la nostra curva d’apprendimento resterà ripida.

Festa di Shiva a Jaisalmer - Attendere l'istante cruciale
@ Walter Meregalli – La festa di Shiva a Jaisalmer – Un sorriso, un’espressione, un gesto. Il momento giusto per scattare una foto deve essere in grado di sintetizzare una storia in uno scatto.

L’istante cruciale e’ emozione

La nostra sensibilità ci dirà qual è l’istante cruciale. La nostra capacità di attendere e di farci trovare pronti, sia dal punto di vista della tecnica sia dal punto di vista della composizione, determineranno la capacità di assicurarcelo.

Cogliere l’istante cruciale significa, soprattutto, aggiungere emozione al nostro scatto, elevandolo sopra la normalità.

Se avete trovato interessante questo articolo, potrebbero interessarvi anche:

 


Viaggio fotografico in India - Holi

Fotografare Holi è una di quelle occasioni se fotografi non puoi pensare di perderti! Tutto il resto è davvero… contorno.
12 giorni – un viaggio fotografico unico – marzo 2020 – pochi posti disponibili.
SCOPRI COME FARE PER PARTECIPARE: > CLICCA QUI


 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: